Categorie
Storia

Gli Angeli del Mare

Di Riccardo Mancini

Natale è alle porte e il motopeschereccio Rodi è pronto a far ritorno al Porto di San Benedetto del Tronto. In città si respira aria di festa e nelle case ci si prepara per il cenone della Vigilia. Molte barche sono ormai da giorni in mare e si stanno preparando per il rientro. Tra queste c’è il motopeschereccio atlantico Rodi

Quella maledetta notte del 23 Dicembre

[…] San Benedetto era lì, ce l’avevi davanti agli occhi, con qualche lume alle finestre e i lampioni cittadini ancora accesi dalla notte […]. Chissà se gli uomini a bordo avevano fatto in tempo a scorgerle quelle luci […] (da “I giorni della rotonda” di Silvia Ballestra)

Il motopeschereccio atlantico “Rodi” è rientrato da Monrovia con il suo carico ormai da fine Novembre. Con la stiva piena fa rotta inizialmente a Venezia. Qui affronta dei lavori di riparazione alla carena e all’asse portaelica. La partenza verso casa, tuttavia, viene ritardata ulteriormente a causa di condizioni meteo avverse e di alcuni scioperi dei cantieri navali.

Martedì 22 Dicembre alle 17.05 il “Rodi” finalemte parte da Venezia Lido con a bordo un equipaggio di dieci uomini. Alle 6.40 del mattino del 23 Dicembre 1970 il Rodi, colpito dalle raffiche impetuose delle onde, si rovescia a pochissime miglia dalla costa.

Una città in lacrime, un Natale mai dimenticato, 10 uomini mai tornati a casa.

“Quel naufragio faceva un’impressione erorme. E quella barca, poi, così grande, così imponente, ch’era uscita dai cantieri navali di Viareggio sette anni prima con le motonavi gemelle Onda e Luna e aveva il suo nome stampigliato tutto fiero e allegro in stampatello sulla poppa e sulle fiancate, a vernice bianca su fondo nero! Quella barca rivoltata teneva intrappolati i suoi uomini. (Da “i giorni della rotonda” di Silvia Ballestra)

San Benedetto è immobile, inerme, bloccata. Il motopeschereccio Rodi avrebbe dovuto fare il suo ingresso nel porto all’orario concordato, ma le cose purtroppo vanno diversamente.

Alle 11 del mattino arriva la prima conferma ufficiale da parte della nave cisterna Mariangela Montanari che comunica alla Capitaneria di aver avvistato uno scafo che fuoriesce dall’acqua per almeno 3 metri. Si trattava del motopeschereccio Rodi.

Gli avvenimenti politici che questa disgrazia porta con sè vedono una città in rivolta che chiede giustizia. A distanza di 49 anni il ricordo non si spegne, la memoria è vivida e le lacrime ancora incessanti.

I Dieci Angeli del Rodi:
Agostino Di Felice, Alteo Palestini,
Giovanni Liberati, Marcello Ciarrocchi, Domenico Miarelli, Francesco Pignati, Ivo Mengoni,
Antonio Alessandrini, Giovanni Palumbo, Silvano Falaschetti.

Da L’archivio storico del comune di San Benedetto del Tronto

Di ilNarrante

Il Piacere di Raccontare