Categorie
Storia

Terrore in Città

Quella maledetta mattina del 2 Novembre 2001

Di Riccardo Mancini

È Venerdì mattina. Il centro della città inizia a riempirsi di ambulanti che si preparano per il consueto giorno di mercato e lungo la via principale del centro inizia un lento brulichio di persone. A pochi metri, nell’adiacente Via Curzi, l’Ufficio Postale è in piena attività. I clienti entrano ed escono, i dipendenti sono alle prese con le loro mansioni e la guardia giurata è lì che controlla e supervisiona.

Ma.. in pochi secondi la routine viene spezzata. La normale linea temporale viene manomessa. In un solo istante il panico e le urla si sostituiscono al gracchiare della stampante, al rapido ticchettio della tastiera, al fruscio dei fogli, al timido bisbiglìo di coloro che sfortunatamente si trovano nel posto sbagliato al momento sbagliato.

Un rapinatore fa irruzione. L’eroica guardia giurata avverte immediatamente il pericolo e mette mano alla fondina pronto a fermare l’individuo. Nel panico generale nasce un violento corpo a corpo interrotto solamente da un nefasto e orribile colpo di pistola. La guardia giurata resta inerme a terra. Il rapinatore fugge, esce dall’ufficio postale, sale sullo scooter insieme al suo complice e imbocca la via dell’ex mercatino del pesce.

Il caos si sposta così all’esterno, tra le vie della città. La polizia, prontamente avvertita, si lancia all’inseguimento dei due uomini che iniziano a sparare all’impazzata nel tentativo di bloccare la volante alle loro spalle. Sentendosi ormai braccati i due rapinatori decidono di separarsi, ma il loro destino è già segnato. Uno dei due è ferito e cerca di nascondersi nella zona a ridosso dell’ospedale, ma grazie all’intervento del brigadiere dei vigili urbani viene fermato e arrestato. Le successive indagini portano al fermo di altri tre soggetti.

Un vero lieto fine purtroppo questa brutta storia non può averlo e mai lo avrà. La guardia giurata che per prima ha tentato di bloccare sul nascere l’inizio di questo incubo muore sul colpo in una pozza di sangue. Il suo gesto eroico sarà ricordato per sempre. Quel 2 Novembre del 2001 è e sarà per la città di San Benedetto una giornata triste e maledetta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...