Categorie
Cultura

Pasolini, San Benedetto e il Calcio

Di Riccardo Mancini

Pier Paolo Pasolini amava il gioco del Calcio. Per il poeta questo sport era l’ultima rappresentazione sacra del nostro tempo.

San Benedetto del Tronto e lo Stadio Fratelli Ballarin sono l’ultimo palcoscenico documentato della “carriera” calcistica di Pasolini. Nel Settembre del 1975 il Poeta giocò allo Stadio Ballarin la sua “finale”. Quel giorno si fronteggiarono le Vecchie Glorie della Sambenedettese e la Nazionale Artisti. Una partita che in pochi ricorderanno, ma da un forte valore simbolico. Erano anni in cui la città di San Benedetto si stava trasformando soprattutto dal punto di visto politico, ed è significativo che proprio in quel periodo fosse giunto in città un uomo che con il suo pensiero e la sua arte aveva provato ad ostacolare quei cambiamenti.

Pochi giorni dopo quella partita Pier Paoli Pasolini morì e San Benedetto entrò in un momento storico e politico che avrebbe segnato in negativo la vita della città.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...