Categorie
Storia

Rita Evelin, la Tragedia che sconvolse San Benedetto

E’ una tranquilla notte di autunno a San Benedetto del Tronto. Il Mare Adriatico è poco mosso, quasi piatto. L’asta del mercato ittico è da poco terminata e i pescatori presenti si apprestano a lasciare il porto per fare ritorno alle proprie case. Ma l’alba di quel 26 Ottobre 2006 non sarà come tutte le altre. Sulle banchine del porto iniziano a spargersi voci e notizie riguardanti il naufragio del Peschereccio “Rita Evelin“.

Queste prime e incerte informazioni giungono via radio dai pescherecci che in quel momento stanno navigando in prossimità del tratto di mare in cui sarebbe avvenuto il tragico incidente.

L’equipaggio del Rita Evelin, composto da 4 uomini, riesce, attraverso un impianto satellitare del quale il peschereccio era dotato, a mandare l’allarme. Il “grido” di aiuto parte intorno alle 6 di mattina e le Capitanerie di porto si recano immediatamente sul luogo indicato dallo strumento. Purtroppo però l’imbarcazione non offre il tempo necessario per effettuare i soccorsi. In pochi istanti il Peschereccio viene risucchiato dal mare e finisce a circa 80 metri di profondità.

Il porto nel frattempo si riempie di curiosi e iniziano a sopraggiungere anche i familiari dei dispersi. Le notizie rimbalzano tra le bocche dei presenti. Molte di esse però, purtroppo, non annunciano nulla di buono. L’atmosfera inizia a farsi pesante e la speranza di poter riabbracciare l’intero equipaggio si riduce con il passare delle ore. Fino a scemare del tutto.

In quella tragica notte perdono la vita il marinaio Sambenedettese Francesco Annibali di 39 anni, il sessantenne Luigi Lucchetti di Martinsicuro e il Marinaio tunisino, offidano di adozione, Ounis Gasmi di anni 51. L’unico superstite di quella maledetta notte è il quarantunenne Nicola Guidi, comandante del “Rita Evelin” tratto in salvo dal peschereccio pugliese “Luna Nuova”.

San Benedetto del Tronto scrive così un’altra triste e tragica pagina di storia della marineria sambenedettese. Uomini del Mare che non verranno mai dimenticati. Uomini di una Città che mai li dimenticherà.

Di Riccardo Mancini

Di ilNarrante

Il Piacere di Raccontare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...