Categorie
Storia

10 Aprile 1992

Di Riccardo Mancini

Questa data porta con sé un fatto drammatico della storia della Città di San Benedetto del Tronto e in particolare dei quartieri Sentina, Porto d’Ascoli Centro e Ragnola: l’esondazione del Fiume Tronto e la tragica, conseguente, alluvione di Porto d’Ascoli.

Il 10 Aprile del 1992 in seguito a due intense giornate di forte pioggia il Fiume Tronto esce dagli argini. Quel tranquillo e innocuo torrente si trasforma in un funesto e implacabile mostro d’acqua che, nel giro di poche ore, allaga un abitato di dodicimila persone. Le fabbriche, i negozi e le abitazioni di Porto d’Ascoli vengono sommerse dall’acqua e molte di esse vengono completamente distrutte.

L’acqua e la melma in brevissimo tempo trasformano quella tranquilla e popolosa frazione di San Benedetto in uno scenario apocalittico. Un disastro ambientale che ha segnato un’intera comunità di sambenedettesi. Una Porto d’Ascoli che ancora oggi porta le ferite di quel tragico avvenimento.

Sono passati 28 anni da quel 10 Aprile 1992. Eppure il ricordo di quei drammatici istanti è indelebile nella mente di migliaia di sambenedettese e, sopratutto, di chi quel giorno ha visto la propria casa e la propria attività subire la furia dell’inondazione del Fiume Tronto.

Foto presa da (https://youtu.be/jCG0Q1aMtZ0)

Il Fiume Tronto, un po’ di storia

Lungo la valle del Tronto camminava il tratto orientale dell’antica strada consolare che collegava Roma con

l’Adriatico. Durante l’epoca napoleonica ha dato il nome al Dipartimento del Tronto che comprendeva le attuali province di Ascoli, Fermo e Macerata e il cui capoluogo era la città di Fermo.

Fiume Tronto (foto presa da Wikipedia)

Fino al risorgimento, il fiume marcava il confine di stato fra lo Stato della Chiesa e il Regno delle due Sicilie.

Oggi il Fiume Tronto alimenta varie centrali idroelettriche e l’importante acquedotto di Pescara del Tronto che rifornisce la Provincia di Ascoli e parte di quella di Fermo.

Di ilNarrante

Il Piacere di Raccontare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...